Il Nelson Arts Festival rompe il ghiaccio con il ritorno di ottobre

Il Nelson Arts Festival rompe il ghiaccio con il ritorno di ottobre

Un'opera d'arte che coinvolge un blocco di ghiaccio appeso a una gru sul porto farà parte del Nelson Arts Festival di quest'anno.

Fornito

Un’opera d’arte che coinvolge un blocco di ghiaccio appeso a una gru sul porto farà parte del Nelson Arts Festival di quest’anno.

Ballerini che si esibiscono per otto ore su un blocco di ghiaccio sospeso sul porto è solo la punta dell’iceberg per il Nelson Arts Festival di quest’anno.

Il festival di 11 giorni vedrà più di 200 artisti partecipare all’evento, che si svolgerà dal 20 al 30 ottobre.

Atti popolari come Night Vision torneranno, insieme a nuovi artisti internazionali come Thaw.

Durante il disgelo, i ballerini della compagnia australiana di teatro fisico Legs On The Wall rimarranno in equilibrio per ore su un blocco di ghiaccio di 2,7 tonnellate sospeso sopra Port Nelson.

LEGGI DI PIÙ:
* Il Nelson Arts Festival lancia una mostra fotografica gratuita
* Siediti e tieni i tuoi biglietti: come puoi aiutare gli artisti in difficoltà
* Il Nelson’s Fringe Festival prende il volo dopo un ritardo dovuto al Covid-19

Thaw è interpretato dalla compagnia di ballo australiana Legs On The Wall.

Fornito

Thaw è interpretato dalla compagnia di ballo australiana Legs On The Wall.

Inteso come un commento sull’attuale crisi climatica, il pubblico è invitato a guardare i ballerini esibirsi durante le otto ore mentre il ghiaccio si scioglie.

Lydia Zanetti (loro/loro) esecutiva e direttrice artistica del Nelson Arts Festival ha affermato che è stato emozionante portare finalmente un lavoro internazionale al festival.

Thaw era stato eseguito al Festival di Sydney a gennaio e si diceva che fosse un’opera “eccezionale e che cambia la vita”.

Altri atti includevano una mostra alla Refinery Artspace chiamata Ko Te Akau mostrerebbe l’opera del premio artistico Charles Koroneho (Ngāpuhi, Te Mahurehure, Te Parawhau, Ngāti Hau).

Invece della solita Mask Parade e Carnivale, verranno mostrate maschere nelle attività commerciali locali e una serie di workshop di Community Artworks sarà offerta come parte dell’esperienza Masks About Town.

Il celebre artista visivo Andrea Lockwood‘S Bruciare il pianoforte terminerebbe il festival in un luogo segreto il 30 ottobre.

Scongelare e Piano Burning erano due esibizioni che non potevano essere viste in nessun’altra parte del paese.

Zanetti era entusiasta di vedere come la community avrebbe risposto al festival di quest’anno.

Il direttore esecutivo e artistico si è detto orgoglioso del programma del festival e pensava che la gente l’avrebbe adorato.

L’ampiezza del programma è stata ampia e si è diffusa in tutta Whakatū, il che è stato “davvero eccitante”.

Lydia Zanetti, direttrice artistica e esecutiva del Nelson Arts Festival, afferma di essere entusiasta di mostrare alla gente il nuovo programma di quest'anno.

Melissa Banche

Lydia Zanetti, direttrice artistica e esecutiva del Nelson Arts Festival, afferma di essere entusiasta di mostrare alla gente il nuovo programma di quest’anno.

Per la prima volta, il festival utilizzerà un sistema di biglietteria Pay What You Can (PWYC) che consentirebbe alle persone di scegliere tra una gamma di prezzi dei biglietti.

Il sistema PWYC era una prova e si basava su pratiche di successo d’oltremare.

La nuova pratica di emissione dei biglietti aiuterebbe ad abbattere le barriere finanziarie e ad “aprire un po’ di più le porte” affinché le persone nella comunità di Nelson si impegnino con le arti.

Questo è stato un approccio olistico alla biglietteria, ha detto Zanetti. Credevano che il Nelson Arts Festival fosse il primo grande festival in Nuova Zelanda a utilizzare questo sistema.

Un’altra novità è stata il primo programma di residenza del Festival. A partire da quest’anno, un artista locale avrà spazio e risorse per sviluppare le proprie idee e il proprio lavoro.

Il programma di residenza riguardava la ricerca di nuovi modi per investire negli artisti, ha affermato Zanetti.

Sebbene l’artista in residenza non fosse ancora stato scelto, presto sarebbe stato annunciato un invito a manifestare interesse.

Il festival è stato duramente colpito dalla pandemia negli ultimi due anni. Nel 2020 la maggior parte degli spettacoli e la sfilata delle maschere sono state cancellate e nel 2021 gli organizzatori hanno annullato la maggior parte degli eventi a causa dell’incertezza sui livelli.

Il Nelson Arts Festival si terrà dal 20 al 30 ottobre di quest’anno. I biglietti possono essere acquistati qui.

Correzione: una versione precedente di questo articolo diceva erroneamente che la Mask Parade sarebbe tornata in ottobre. Modificato: 9:52, 5 agosto.

#Nelson #Arts #Festival #rompe #ghiaccio #con #ritorno #ottobre

Leave a Comment

Your email address will not be published.